Invecchiamento cutaneo

INVECCHIAMENTO DELLA PELLE: QUALI SONO LE CAUSE E QUALI I RIMEDI

A partire dall’età di 30 anni, la pelle perde man mano la sua capacità di trattenere acqua e la sua elasticità: le rughe ne sono l’evidenziazione. L’invecchiamento biologico è il principale responsabile dei processi degenerativi tissutali; la formazione delle prime rughe prende origine dai continui e involontari movimenti che quotidianamente il nostro viso compie, attraverso la contrazione e la distensione dei muscoli sottostanti (rughe d’espressione). In un altro articolo abbiamo parlato anche dell’importanza dell’alimentazione degli anziani. Oggi ci soffermiamo sulla pelle. Perché vengono le rughe?

Poichè il derma perde con il tempo la sua capacità elastica di decontrazione, si forma la ruga. Questo primo stadio di invecchiamento cutaneo, che viene anche definito mioinvecchiamento, si localizza generalmente sulla fronte, ai lati della bocca e fra le sopraciglia. A volte inizia anche prima dei trent’anni.

Invecchiamento della pelle a 40 anni

Intorno ai 40 anni, anche il rinnovamento cellulare rallenta e si manifesta in superficie con pelle opaca e spenta, rilievo cutaneo non uniforme e comparsa di piccole rughe. Nel contempo il film idro-lipidico, la principale barriera protettiva della pelle, si assottiglia e ciò determina secchezza e disidratazione; diminuisce la produzione di elastina e collagene che comporta una perdita di elasticità e compattezza cutanea.

La pelle a 50 anni

A partire dai 50 anni, periodo che generalmente corrisponde, nella donna, alla menopausa, subentrano inoltre fattori ormonali che influiscono negativamente sul rinnovamento cutaneo, sull’idratazione, accelerano la perdita di collagene e di fibre elastiche e inducono un’anomala distribuzione della melanina. I tessuti in superficie si presentano avvizziti, rilassati, come svuotati, fino a cambiare l’aspetto del viso.

Invecchiamento della pelle e cause naturali

Possiamo operare una distinzione fra cause naturali e fattori ambientali che intervengono nell’invecchiamento cutaneo. Le cause naturali sono da rapportare al fatto che il nostro organismo comincia a produrre in quantità minore sostanze fondamentali per la pelle:

  • minore produzione di collagene, che fa diventare la pelle più secca e ruvida,
  • inferiore produzione di elastina, con la pelle che ha più difficoltà nel distendersi nuovamente dopo un cambiamento,
  • scarsa produzione di melanina, che ha come conseguenza la comparsa di macchie scure.

Fattori ambientali di invecchiamento

Per quanto riguarda i fattori ambientali, invece, possiamo individuare i seguenti:

  • esposizione ai raggi del sole o alle lampade solari,
  • inquinamento, che impedisce la respirazione e l’idratazione della pelle,
  • fumo, abuso di alcol, stress, alimentazione non bilanciata, specialmente quando non si introducono nell’organismo importanti sostanze come le vitamine e i sali minerali.

Rimedi contro l’invecchiamento cutaneo

Per contrastare l’invecchiamento della pelle è opportuno operare dei cambiamenti nel proprio stile di vita, evitare di esporsi al sole senza un’adeguata protezione, evitare il fumo e l’alcol, portare avanti un’alimentazione equilibrata, svolgere attività fisica con regolarità, prendersi cura dell’igiene della pelle, attraverso una detersione quotidiana.