rsa domicilio como monza lecco

I requisiti che una casa di riposo deve possedere per ospitare degli anziani

Scegliere una casa di riposo per un anziano non è semplice e, se si tiene conto delle liste d’attesa e degli aspetti burocratici potrebbe essere una buona soluzione pensare ad una RSA a domicilio. Per le case di riposo per anziani si devono rispettare i requisiti minimi strutturali e organizzativi per l’autorizzazione all’esercizio dei servizi e delle strutture a ciclo residenziale e semiresidenziale così come definiti dal D.M. n.308 del 21/5/2001 (art.5).

Parametri organizzativi di una casa di riposo

Esso prevede:

  • ubicazione: in luoghi abitati facilmente raggiungibili con l’uso di mezzi pubblici, comunque tale da permettere la partecipazione degli utenti alla vita sociale del territorio e facilitare le visite agli ospiti delle strutture, salvi i motivi di sicurezza;
  • assenza di barriere architettoniche in relazione alle caratteristiche delle strutture e dell’utenza accolta;
  • dotazione di spazi destinati ad attività collettive e di socializzazione distinti dagli spazi destinati alle camere da letto, organizzati in modo da garantire l’autonomia individuale, la fruibilità e la privacy;
  • presenza di figure professionali qualificate in relazione alla tipologia del servizio prestato ed alle caratteristiche ed ai bisogni dell’utenza ospitata;
  • individuazione di un coordinatore responsabile della struttura e del servizio prestato;
  • uso di un registro degli ospiti;
  • organizzazione delle attività nel rispetto dei normali ritmi di vita degli ospiti;
  • adozione di una Carta dei servizi sociali, nella quale siano indicati, fra l’altro, i criteri per l’accesso, le modalità di funzionamento della struttura, le tariffe praticate con indicazione delle prestazioni ricomprese.

Parametri strutturali minimi di una casa di riposo

Lo stesso Decreto Ministeriale definisce anche altri parametri che le strutture in questione devono rispettare:

  • capacità ricettiva
  • camere da letto singole e doppie;
  • servizi igienici bagni collegati alle camere in numero di 1 ogni camera, di dimensioni tali da permettere l’ingresso e la rotazione delle carrozzine; servizi igienici collegati agli spazi comuni in numero minimo di due, di cui almeno uno attrezzato per la non autosufficienza;
  • presenza di una linea telefonica a disposizione degli ospiti;
  • locali adeguati alle modalità organizzative adottate per il servizio lavanderia, guardaroba e ristorazione;
  • un ascensore in strutture distribuite su più di un piano;
  • locale per deposito biancheria sporca;
  • campanelli di chiamata in ogni posto letto;
  • protezione antisismica (per le strutture autonome);
  • protezione antincendio;
  • protezione acustica;
  • sicurezza e continuità elettrica;
  • sicurezza antinfortunistica;
  • igiene nei luoghi di lavoro;

Fattori organizzativi della casa di riposo

È prevista la presenza di figure professionali qualificate in relazione alla tipologia di servizio erogato, secondo standard definiti dalle Regioni; di un coordinatore responsabile del servizio; dell’adozione, da parte del soggetto erogatore, di una Carta dei servizi sociali comprendente la pubblicizzazione delle tariffe praticate con indicazioni delle prestazioni ricomprese; dell’adozione di un registro degli utenti del servizio con l’indicazione dei piani individualizzati di assistenza.

In ogni caso, bisogna permettere la somministrazione dei pasti; l’assistenza tutelare diurna e notturna da parte di personale socio-assistenziale; le attività aggregative e ricreativo culturali; le eventuali prestazioni sanitarie programmate in relazione alle specifiche esigenze dell’utenza ospitata.